Per poter parlare di ciò che il mercato immobiliare è, devo prima toglierti dalla testa ciò che il mercato immobiliare non è, andremo a sfatare le principali credenze che circolano su mercato immobiliare. Basare l’affare più importante della propria vita su informazioni sbagliate può far diminuire drasticamente le tue possibilità di comprare/vendere la casa. Per renderli più semplici da leggere li numero ma non li metto in ordine di importanza: 

  • Metto la casa in vendita ad un prezzo più alto di quanto vale perché così ho un margine di trattativa. Mettere la tua casa in vendita ad un prezzo troppo alto la lascerà in vendita per parecchio tempo e non è una cosa positiva. Gli acquirenti spendono intere nottate sui portali immobiliari alla ricerca di una casa e sono preparatissimi sui prezzi di ogni casa in vendita nella zona che gli interessa. Se la tua casa esce dai parametri del prezzo medio al metro quadro per la zona in cui è situata, a meno che non sia un prezzo unico, non la prenderanno nemmeno in considerazione per venirla a vedere. Il secondo problema a cui andrai in contro è che i prezzi stanno continuando a scendere e lo faranno ancora per un po’ di anni a venire. Questo vuol dire che più tempo la casa rimane in vendita, più il prezzo cala. Poniamo che la tua casa oggi valga 100.000€ ma tu decida di metterla in vendita a 120.000€. La casa rimane in vendita per 6 mesi e non ricevi nessuna offerta. Nel frattempo i prezzi scendono del 5%, quindi la tua casa dopo 6 mesi vale 95.000€ a quel punto se vuoi venderla davvero avrai perso 5.000€. Il terzo problema che avrai è che i potenziali acquirenti vedranno sui siti immobiliari il tuo appartamento con una bella scritta “PREZZO RIBASSATO” e dai 120.000€ che chiedevi 6 mesi fa lo vedranno a 95.000€ oggi. Ti faccio una domanda: se tu la volessi comprare non faresti un’offerta ancora più bassa? Ecco, la risposta che ti sei dato è esattamente quella a cui penserebbe una persona interessata a comprare casa tua. 
  • Se vendo senza agenzia immobiliare risparmio denaro perché non pago la provvigione. Questa convinzione è parzialmente vera dato che ci sono agenti immobiliari che lavorano più per tutelare le proprie provvigioni che per tutelare chi compra o vende. Parlando seriamente di professionisti, il fatto di risparmiare le provvigioni è un mito, perché in realtà lavorare con un agente immobiliare ti farà risparmiare molto tempo e, probabilmente, anche denaro. Alcune persone riescono a vendere o comprare casa, senza problemi, da sole ma fondamentalmente riescono a farlo perché o si appoggiano ad altri professionisti oppure sono fortunate. Parlo di fortuna perché per vendere una casa servono competenze in molti campi: abilità negoziatorie, conoscenza e verifica della documentazione, risoluzione dei problemi. Una persona che vende casa una o due volte nella vita non riesce a tener sotto controllo tutto. Il risparmio di denaro è che eviterai: di rischiare di pagare dei soldi per una casa che potrebbe avere problemi anche gravi che ti costerebbero veramente tanto. Di accorgerti, a trattativa in corso, di avere in mano delle carte errate e, per una svista, allungare di mesi il tempo di vendita rischiando di litigare con il compratore.  
  • Prima o poi i prezzi risaliranno, mi conviene aspettare. Se hai sentito questa frase ho una brutta notizia per te: i prezzi del periodo 2002/2006 non torneranno mai più, erano frutto di un mercato fasullo. I più ottimisti parlavano di una stabilità dei prezzi per tutto il 2018 e di una leggera risalita nel 2019 ma, dato che sono discorsi che sento fare da 2012, non ci scommetterei se dovessi vendere io. 
  •  I documenti li posso preparare con calma. Questo è probabilmente l’errore più grave che puoi commettere quando metti in vendita la tua casa. Avere la documentazione pronta ti consentirà di mettere l’acquirente nelle migliori condizioni per farti un’offerta dato che avrà già in mano tutti i documenti per poter decidere. Inoltre ti solleva da un potenziale rischio: accettare una proposta di acquisto per poi scoprire che la casa non è vendibile o lo è ma non entro i tempi pattuiti. Sappi che se un aqcuirente ti consegna la caparra per l’acquisto della casa e tu non sei in grado di rispettare gli impegni presi con il contratto dovrai restituirli il doppio di quanto ti ha dato. 
  • La mia casa si vende da sola. Queste parole le ho sentite spesso. Per il proprietario la propria casa è sempre la più bella del quartiere e non capisce, dopo qualche mese che sta provando a venderla, perché le persone che la vanno a vedere non la comprino immediatamente. Alcune case sono davvero in una posizione particolarmente bella o sono in un palazzo tenuto benissimo. Quando una di queste case viene messa in vendita al giusto prezzo rimane in vendita per poco tempo. Se la casa non viene venduta subito allora bisogna farsi delle domande. In realtà la casa non si vende da sola, ma è necessario che tu risolva tutte le obbiezioni che il potenziale acquirente ti sottoporrà e coordini tutte le figure professionali-avvocato, geometra, notaio-. Infatti non è che se la casa è bella puoi evitare di far marketing, gestire la trattativa, avere le competenze tecniche. Nel 2020 non è più sufficiente il cartello vendesi sul portone del palazzo o sulla ringhiera del balcone.